Monday, November 29, 2021
No menu items!
  • Notizia
0 0

Gli Stati Uniti iniziano a rimuovere i migranti haitiani, ma continuano ad affluire al confine con il Texas

Must Read

Nella tradizione del Ringraziamento, Biden concede la grazia presidenziale a un tacchino; entrambi gli uccelli ottengono una tregua

Tuttavia, la tradizione di perdonare un tacchino non è diventata un evento annuale fino a anni dopo, quando il...

Il Nicaragua dice che lascerà l’Organizzazione degli Stati americani

MANAGUA, Nicaragua - Il governo del Nicaragua ha annunciato venerdì che si ritirerà dall'Organizzazione degli Stati americani, un organismo...

Il dibattito sulle armi nucleari in Germania tocca un nervo scoperto della NATO

Che cosa con il dittatore bielorusso Alexander Lukashenko che arma i migranti contro la Polonia, la Russia che ammassa...
Read Time:8 Minute, 34 Second

Una settimana dopo che il migrante haitiano Junior Desterville, 30 anni, e la sua famiglia erano arrivati ​​dal Cile al fiorente campo di migranti qui sulle rive statunitensi del Rio Grande, il meccanico dai capelli arruffati è tornato sul lato messicano domenica presto per comprare cibo per sua moglie affamata e sua figlia di 4 anni, Nayalla.

A mezzogiorno, Desterville, vestito con una maglietta blu e pantaloncini neri, era tornato a nord attraverso l’acqua alta fino al petto per tornare con successo da Ciudad Acuña mentre la polizia messicana e le forze dell’ordine del Texas cercavano di bloccare gli attraversamenti del fiume in corso da parte di centinaia di migranti in arrivo .

I migranti haitiani usano una diga per entrare negli Stati Uniti

I migranti haitiani usano una diga per attraversare gli Stati Uniti e dagli Stati Uniti in Messico sabato a Del Rio, in Texas.

(Eric Gay / Associated Press)

Facendo strada tra una folla di centinaia di persone e su sentieri sterrati lungo la riva del fiume che puzzavano di rifiuti umani, ha trovato sua moglie, Stephanie, in una delle decine di capanne che i migranti hanno costruito con la canna del carrizo che costeggia le acque. Hanno dormito per terra all’interno della capanna da quando si sono recati in questo campo caldo e caotico di circa 14.000 migranti dopo tre mesi di fatica, principalmente in autobus, attraverso il Cile, l’America centrale e il Messico.

Desterville ha detto che non riesce a immaginare di tornare ad Haiti.

“Non abbiamo un presidente o una sicurezza”, ha detto, riferendosi al recente assassinio del presidente Jovenel Moïse e al devastante terremoto.

“Andiamocene di qui”, ha detto Stephanie, 24 anni. “Abbiamo fame”.

Per molti, tuttavia, attraversare il Rio Grande sembra significare un biglietto aereo di sola andata per la travagliata Haiti.

Domenica, l’amministrazione Biden ha iniziato a mantenere la sua promessa di rimandare in patria i migranti haitiani a Del Rio. Gli Usa hanno rimandato indietro tre voli di migranti prelevati dal campo. Gli aerei sono partiti da San Antonio e sono arrivati ​​domenica pomeriggio nella capitale haitiana, Port-au-Prince, con a bordo 145 passeggeri ciascuno. I funzionari della sicurezza interna hanno rilasciato una dichiarazione sabato scorso affermando che in risposta ai migranti che si sono rifugiati in condizioni sempre più misere sotto il ponte di confine di Del Rio, stavano accelerando i voli di espulsione entro le prossime 72 ore.

Le famiglie del primo volo tenevano i bambini per mano o li portavano quando uscivano. Decine di persone si sono messe in fila per un pasto a base di riso, fagioli, pollo e platani mentre si chiedevano dove avrebbero trovato un alloggio o un lavoro. A ciascuno sono stati dati $ 100 e sono stati testati per COVID-19, anche se non c’era alcun piano per metterli in quarantena, ha affermato Marie-Lourde Jean-Charles dell’Office of National Migration.

I migranti haitiani usano una diga.

I migranti haitiani usano una diga per attraversare gli Stati Uniti e dagli Stati Uniti in Messico, oltre a fare il bagno e il bucato, sabato a Del Rio, in Texas.

(Eric Gay / Associated Press)

A Del Rio, domenica, sono arrivati ​​un gran numero di autobus per il trasporto di altri migranti per il trasferimento sui voli o per collocarli in strutture di detenzione gestite dalla polizia di frontiera.

Circa 3.300 migranti sono già stati trasferiti dal campo di Del Rio verso aerei o centri di detenzione, ha detto il capo della pattuglia di frontiera Raul L. Ortiz in una conferenza stampa domenica, e si aspettava che 3.000 dei circa 12.600 ulteriori migranti fossero trasferiti entro un giorno. Il resto dovrebbe sparire entro la settimana, ha detto.

“Stiamo lavorando 24 ore su 24 per spostare rapidamente i migranti fuori dal caldo, dagli elementi e da sotto questo ponte alle nostre strutture di elaborazione al fine di elaborare e rimuovere rapidamente gli individui dagli Stati Uniti in linea con le nostre leggi e le nostre politiche”, ha affermato Ortiz.

Nel frattempo, altri migranti haitiani sembravano arrivare al confine, imperterriti dal piano degli Stati Uniti.

L’afflusso all’avamposto di confine a 145 miglia a ovest di San Antonio è arrivato da quando gli Stati Uniti hanno temporaneamente interrotto le espulsioni verso Haiti il ​​mese scorso a seguito di un terremoto di magnitudo 7.2, che ha colpito un mese dopo l’assassinio del presidente di Haiti.

Quasi 28.000 haitiani sono stati intercettati dalla polizia di frontiera per l’anno fiscale che termina questo mese, rispetto ai 4.395 dello scorso anno fiscale e ai 2.046 dell’anno precedente. Altri erano nei campi nel sud del Messico.

Il sindaco di Del Rio Bruno “Ralphy” Lozano, un democratico, ha dichiarato venerdì lo stato di emergenza locale e ha annunciato che le autorità stanno chiudendo il porto di ingresso. Ha avvertito che con più migranti in arrivo, il campo dovrebbe raggiungere i 20.000. La città di 35.000 abitanti è già stata teatro di una protesta anti-immigrati.

I migranti haitiani non si sono spinti a nord verso la città, ma si sono spostati avanti e indietro attraverso il fiume per comprare cibo e altri rifornimenti a Ciudad Acuña. Nella tarda serata di sabato, i funzionari statunitensi hanno tentato di bloccare l’accesso al Messico, confinando i migranti nel campo. Ma gli abitanti dei campi migranti e i nuovi arrivati ​​hanno continuato a guadare verso nord attraverso le secche, i più nuovi si sono trasformati in agenti della polizia di frontiera e hanno ricevuto biglietti numerati blu che speravano avrebbero permesso loro di richiedere asilo.

Desterville, il cui numero era 11.240, ha affermato che la polizia di frontiera ha separato i migranti al loro arrivo, rimuovendo i single e lasciando le famiglie ad aspettare al fiume.

Molti degli abitanti del campo erano donne incinte, tra cui almeno una che ha partorito dopo essere entrata negli Stati Uniti, è stata portata in ospedale e poi tornata al campo.

Domenica, una donna è svenuta sotto gli occhi delle truppe della Guardia Nazionale, che lentamente si sono avvicinate e l’hanno portata via.

Zareal German, 45 anni, che ha trascorso quattro giorni al campo con sua moglie, incinta di cinque mesi, ha detto che a lui e ad altri migranti è stato negato l’aiuto medico. Solo le emergenze sono state portate in ospedale, ha detto.

“Vedi, a loro non importa di noi”, ha detto German. “Guarda come viviamo come animali.”

Ha detto di aver sentito parlare dei voli di espulsione, ma non lo avrebbero scoraggiato, ha detto.

“Non mi fa cambiare idea. Ho una cosa in mente: arrivare a destinazione”, ha detto. Ha una famiglia nel sud della Florida, ha detto, dove suo padre è morto di recente, ed è venuto sperando di arrivare in tempo per il funerale di sabato.

“Per arrivare qui abbiamo dovuto attraversare 10 paesi. Abbiamo dovuto spendere molti soldi. Diventi al verde”, ha detto Alex Bravener, 25 anni, che ha vissuto in Cile e Brasile prima di arrivare qui con sua moglie e sua figlia di 3 anni la scorsa settimana.

“Sappiamo che veniamo qui illegalmente, ma anche noi siamo umani, come il presidente. Abbiamo figli”, ha detto. “Se hai intenzione di deportarci, perché ci hai fatto entrare qui? Se siamo già qui, prova a fare qualcosa per noi. Il mondo sa che abbiamo perso il nostro presidente. Abbiamo avuto i nostri terremoti.

“Ci deportiamo, cosa faremo ad Haití? Alcuni di noi sono in un altro paese da anni. Non conosciamo nemmeno la nostra famiglia lì. Come vivremo? Sappiamo che l’America può aiutarci a salvare i nostri figli”.

I migranti haitiani usano un rifugio di fortuna lungo il Rio Grande.

I migranti haitiani usano un rifugio di fortuna lungo il Rio Grande dopo essere entrati negli Stati Uniti dal Messico venerdì a Del Rio, in Texas.

(Eric Gay / Associated Press)

Gli haitiani sono stati a volte esentati dalla politica sulla pandemia nota come Titolo 42 che l’amministrazione Biden ha utilizzato per espellere i migranti in Messico senza consentire loro di richiedere asilo. Molti dei migranti haitiani si erano radunati nelle città di confine messicane a sud-est di Del Rio negli ultimi mesi dopo aver saputo che le famiglie con bambini non venivano espulse in Messico.

La sicurezza interna ha annunciato sabato che stava accelerando i voli di espulsione, anche se non era chiaro quanti voli giornalieri le autorità haitiane avessero accettato di ricevere. I funzionari federali stavano anche cercando di riportare alcuni haitiani nei paesi che erano passati per il loro viaggio verso il Messico, come il Brasile e il Cile.

I repubblicani lamentano da mesi una crisi al confine. Ad agosto, la polizia di frontiera ha fermato i migranti quasi 209.000 volte, vicino al massimo da 20 anni. Il governatore del Texas Greg Abbott ha fatto di Del Rio il fulcro di una campagna per proteggere il confine più strettamente, inviando decine di agenti di stato e truppe della Guardia Nazionale che hanno riempito gli hotel locali e persino piantato un campo di tende presso la fiera.

Sabato, Abbott ha twittato una foto delle auto dei poliziotti di stato che costeggiano il fiume, bloccando i migranti.

“Il Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Texas è in pieno vigore lungo il confine intorno all’area di Del Rio”, ha scritto. “Hanno costruito una barricata con le loro auto della polizia e la Polizia di Stato. La Guardia Nazionale sta lavorando con loro per mettere in sicurezza il confine”.

Il sindaco di Del Rio ha ringraziato Abbott per il dispiegamento in un video pubblicato alla fine di sabato.

“Il governatore sta cercando di fornire assistenza per aiutare a garantire la sicurezza del porto e per garantire che non ci siano grandi movimenti di massa nel caso in cui qualcuno o qualcuno inizi ad affollarsi nel porto”, ha detto Lozano.


Happy

Happy

0 %


Sad

Sad

0 %


Excited

Excited

0 %


Sleepy

Sleepy

0 %


Angry

Angry

0 %


Surprise

Surprise

0 %

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest News

Nella tradizione del Ringraziamento, Biden concede la grazia presidenziale a un tacchino; entrambi gli uccelli ottengono una tregua

Tuttavia, la tradizione di perdonare un tacchino non è diventata un evento annuale fino a anni dopo, quando il...

Il Nicaragua dice che lascerà l’Organizzazione degli Stati americani

MANAGUA, Nicaragua - Il governo del Nicaragua ha annunciato venerdì che si ritirerà dall'Organizzazione degli Stati americani, un organismo regionale che ha accusato il...

Il dibattito sulle armi nucleari in Germania tocca un nervo scoperto della NATO

Che cosa con il dittatore bielorusso Alexander Lukashenko che arma i migranti contro la Polonia, la Russia che ammassa truppe al confine con l'Ucraina...

Pneumatici dei palestinesi tagliati nel teso quartiere di Gerusalemme

La polizia israeliana ha sparato e ucciso Khazimia a settembre, quando avrebbe tentato di accoltellare un ufficiale nella Città Vecchia di Gerusalemme. Abu...

La FDA autorizza Pfizer-BioNTech, i booster Moderna per tutti gli adulti

Ma David Dowdy, un epidemiologo della Johns Hopkins, ha espresso scetticismo sul fatto che i booster possano influenzare il corso della pandemia. "Se...
- Advertisement -

More Articles Like This

- Advertisement -