Tuesday, November 30, 2021
No menu items!
  • Notizia
0 0

Debito nella vita reale e disperazione dietro “Squid Game” di Netflix

Must Read

Nella tradizione del Ringraziamento, Biden concede la grazia presidenziale a un tacchino; entrambi gli uccelli ottengono una tregua

Tuttavia, la tradizione di perdonare un tacchino non è diventata un evento annuale fino a anni dopo, quando il...

Il Nicaragua dice che lascerà l’Organizzazione degli Stati americani

MANAGUA, Nicaragua - Il governo del Nicaragua ha annunciato venerdì che si ritirerà dall'Organizzazione degli Stati americani, un organismo...

Il dibattito sulle armi nucleari in Germania tocca un nervo scoperto della NATO

Che cosa con il dittatore bielorusso Alexander Lukashenko che arma i migranti contro la Polonia, la Russia che ammassa...
Read Time:6 Minute, 53 Second

Il biglietto da visita, lanciato con precisione esperta da una motocicletta mentre sfrecciava via, atterrò ai piedi di Park Chui-woo proprio mentre stava per esaurirsi.

La carta dai colori vivaci pubblicizzava prestiti veloci a basso interesse, soprattutto per i proprietari di piccole imprese. Al limite di tutte le altre linee di credito e con il giorno di paga incombente per i dipendenti della sua piccola catena di caffetterie, Park compose il numero di telefono.

Con quella chiamata tre anni fa, è entrato nel mondo sotterraneo del prestito privato illegale che tenta i sudcoreani disperati, poi li irretisce con tassi di interesse paralizzanti, metodi di riscossione oppressivi e una china scivolosa che porta a più debito.

Presto, skinhead tatuati e motociclisti si presentarono per parlare con Park. Hanno lasciato una mazzetta di contanti e hanno iniziato a venire dal suo negozio ogni giorno per riscuotere gli interessi, a un tasso annualizzato di circa il 210%.

“Non hai davvero altra scelta”, ha detto Park, 45 anni, che ha preso in prestito da strozzini privati ​​per circa tre anni e ha dovuto aumentare la somma dopo che la pandemia di COVID-19 ha sventrato le vendite nei suoi bar. “Può mandarti giù in una trappola di sabbia.”

Consumatori sudcoreani a un bancomat a Seoul, Corea del Sud nel 2013.

I clienti usano i bancomat in una stazione della metropolitana di Seoul, dove il prestito illegale privato con tassi di interesse paralizzanti è una vera tentazione per chi ha poche altre opzioni.

(Lee Jin-man / Associated Press)

Il debito è la motivazione principale per i personaggi del successo di Netflix “Squid Game”, una serie drammatica distopica in cui 456 partecipanti che sono pesantemente indebitati combattono fino alla morte – letteralmente – per una possibilità di una manna inaspettata che cambia la vita di 45,6 miliardi di won ( circa 40 milioni di dollari).

La serie sudcoreana ha risuonato in tutto il mondo, attingendo alle crescenti paure economiche e diventando la versione più popolare del servizio di streaming fino ad oggi, con 111 milioni di visualizzazioni nei primi 28 giorni. A casa, tuttavia, la popolarità dello spettacolo è stata inseparabile dalla crisi molto reale del paese di aumento del debito delle famiglie, disuguaglianze spalancate e una rete di sicurezza sociale debole con punti ciechi significativi.

Il debito delle famiglie della Corea del Sud è salito a livelli record nel secondo trimestre del 2021, balzando di oltre il 10% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. I cittadini trentenni sono i più soggetti a indebitamento, avendo preso in prestito in media più del 260% del loro reddito, secondo la Bank of Korea. L’impennata dei prezzi degli immobili e l’impennata del mercato azionario dello scorso anno hanno alimentato i prestiti, incentivando i giovani adulti che vedono meno promesse nell’occupazione tradizionale e si sono rivolti a investire pesantemente in azioni o criptovalute.

Le statistiche ufficiali non catturano il mondo illecito del prestito privato a cui si rivolgeva Park e il protagonista di “Squid Game”, Seong Gi-hun, quando non potevano più prendere in prestito da banche e istituti di credito legalmente registrati, i cui prestiti sono limitati dalla legge a un tasso di interesse annuo del 20%.

All’inizio della serie, Seong, un lavoratore automobilistico licenziato afflitto da una dipendenza dal gioco d’azzardo dopo aver fallito tentativi di avviare un’attività, è inseguito da prestatori vestiti di nero e armati di coltello che lo costringono a firmare un impegno per rinunciare a un rene e un occhio se non ripaga in un mese. Seong, interpretato da Lee Jung-jae, entra quindi nel “Gioco del calamaro”, in cui viene rivelato il debito di ogni personaggio, e i giochi dell’infanzia come “Luce rossa, luce verde” diventano brutali.

“Tutti voi in questa stanza avete debiti paralizzanti e ora siete sull’orlo di un precipizio”, dice un corridore a quelli riuniti. “Vuoi tornare indietro e vivere le tue patetiche vite scappando dai creditori? O coglierai l’ultima opportunità che ti offriamo?”

L’oscura attività di prestito della Corea del Sud è difficile da quantificare, ma sembra onnipresente. Carte e volantini che pubblicizzano contanti veloci sono facilmente visibili sui vagoni della metropolitana, sulle fermate degli autobus e sui lampioni. L’autorità di regolamentazione del governo, il Financial Supervisory Service, ha ricevuto quasi 300.000 segnalazioni di annunci di prestiti illegali nel 2020. Si tratta di un aumento di circa il 25% rispetto all’anno precedente, senza dubbio stimolato da licenziamenti legati alla pandemia e restrizioni aziendali che hanno spinto i già vulnerabili più a fondo nel settore finanziario stretti.

Il gruppo industriale di Seoul Consumer Loan Finance Assn. ha affermato di aver mediato più di 5.000 casi di prestiti ad alto interesse segnalati lo scorso anno, in cui l’interesse medio annuo addebitato è stato del 401%. In un caso nella provincia di Gyeonggi, che comprende parti dell’area metropolitana che circonda Seoul, gli interessi su un prestito a breve termine ammontavano al 3,338% annualizzato, secondo la polizia.

“Tassi di interesse omicidi vengono addebitati sotto la superficie”, ha affermato Seo Bo-kuk, senior manager presso Consumer Loan Finance Assn. “Diventa un effetto domino e molte persone finiscono per utilizzarlo ancora e ancora”.

Lee Jung-jae (numero 456) nel dramma Netflix "Gioco del calamaro."

Lee Jung-jae interpreta Seong Gi-hun (n. 456) in una competizione mortale nel dramma Netflix “Squid Game”.

(Parco Youngkyu / Netflix)

I contratti che richiedono un rene o un bulbo oculare al posto del rimborso sono una tattica intimidatoria di un tempo e non sono più comuni, affermano i funzionari del settore. Anche così, sono raffigurati in “Squid Game” e altri programmi TV e film, alimentando la paura tra coloro che sono indebitati con istituti di credito scurrili. L’uomo più ricco della Corea del Sud, Seo Jung-jin, fondatore dell’azienda biofarmaceutica Celltrion, ha detto nelle interviste che ha dovuto cedere i suoi organi come garanzia per prendere in prestito da usurai per mantenere a galla la sua azienda dopo la crisi finanziaria asiatica dei primi anni 2000.

“Il mio debito non sarebbe coperto anche se vendessi tutti i miei organi”, ha detto Park, il proprietario della caffetteria, che ha notato che i suoi prestatori non hanno mai presentato tali impegni.

Al giorno d’oggi, gli istituti di credito richiedono i numeri di telefono dei parenti e degli amici dei debitori per molestarli se il debito non viene pagato in tempo, o se si presentano sul posto di lavoro dei debitori, secondo i resoconti del settore. Alcuni vanno oltre. Nel 2017, un prestatore privato di 27 anni nella città di Incheon è stato condannato a cinque anni di carcere per aver aggredito sessualmente una donna che gli doveva circa 8.500 dollari.

“Le persone si rivolgono ad esso sapendo che sono alti tassi di interesse”, ha detto Jung Deok-gil, un investigatore di vigilanza presso la divisione speciale di polizia giudiziaria della provincia di Gyeonggi. “Lo usano perché hanno bisogno di soldi che disperatamente ma non hanno il credito.”

Park ha affermato che i creditori illegali sono stati un’ancora di salvezza per pagare i suoi dipendenti e mantenere aperti i suoi negozi. All’inizio di quest’anno, è riuscito a liberarsi dei prestiti, ma è tornato da loro un paio di mesi fa quando le estese restrizioni alla pandemia e altre complicazioni hanno danneggiato la sua attività. Al momento, ha due prestiti di 60 giorni da 20 milioni di won (circa 17.000 dollari) ciascuno. In tutto, ha circa $ 850.000 di debiti, legali e non.

“Non ho bitcoin o azioni o beni immobili o un’eredità”, ha detto. “Per uno come me, nel sistema finanziario sudcoreano, non possiamo fare a meno del prestito privato”.

Per ora, resiste a malapena, sollevato dal fatto di essere entrato nel libro paga di ottobre. Non ha avuto il tempo di guardare “Squid Game” o di pensarci molto oltre a scremare i titoli sullo spettacolo. La realtà in Corea del Sud, per lui, è abbastanza distopica.

“Una volta che COVID-19 sarà finito, potrebbe essere tutto un altro gioco”, ha detto. “Tutti i problemi sociali che abbiamo spazzato sotto il tavolo e che abbiamo evitato di affrontare durante la pandemia – è un’enorme bomba a orologeria”.


Happy

Happy

0 %


Sad

Sad

0 %


Excited

Excited

0 %


Sleepy

Sleepy

0 %


Angry

Angry

0 %


Surprise

Surprise

0 %

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest News

Nella tradizione del Ringraziamento, Biden concede la grazia presidenziale a un tacchino; entrambi gli uccelli ottengono una tregua

Tuttavia, la tradizione di perdonare un tacchino non è diventata un evento annuale fino a anni dopo, quando il...

Il Nicaragua dice che lascerà l’Organizzazione degli Stati americani

MANAGUA, Nicaragua - Il governo del Nicaragua ha annunciato venerdì che si ritirerà dall'Organizzazione degli Stati americani, un organismo regionale che ha accusato il...

Il dibattito sulle armi nucleari in Germania tocca un nervo scoperto della NATO

Che cosa con il dittatore bielorusso Alexander Lukashenko che arma i migranti contro la Polonia, la Russia che ammassa truppe al confine con l'Ucraina...

Pneumatici dei palestinesi tagliati nel teso quartiere di Gerusalemme

La polizia israeliana ha sparato e ucciso Khazimia a settembre, quando avrebbe tentato di accoltellare un ufficiale nella Città Vecchia di Gerusalemme. Abu...

La FDA autorizza Pfizer-BioNTech, i booster Moderna per tutti gli adulti

Ma David Dowdy, un epidemiologo della Johns Hopkins, ha espresso scetticismo sul fatto che i booster possano influenzare il corso della pandemia. "Se...
- Advertisement -

More Articles Like This

- Advertisement -