Sunday, December 5, 2021
No menu items!
  • Notizia
0 0

Un viaggio verso casa per accogliere l’arrivo dei morti

Must Read

Nella tradizione del Ringraziamento, Biden concede la grazia presidenziale a un tacchino; entrambi gli uccelli ottengono una tregua

Tuttavia, la tradizione di perdonare un tacchino non è diventata un evento annuale fino a anni dopo, quando il...

Il Nicaragua dice che lascerà l’Organizzazione degli Stati americani

MANAGUA, Nicaragua - Il governo del Nicaragua ha annunciato venerdì che si ritirerà dall'Organizzazione degli Stati americani, un organismo...

Il dibattito sulle armi nucleari in Germania tocca un nervo scoperto della NATO

Che cosa con il dittatore bielorusso Alexander Lukashenko che arma i migranti contro la Polonia, la Russia che ammassa...
Read Time:8 Minute, 51 Second

Alla vigilia del Giorno dei Morti, Maria Santiago era in piedi sul retro di un camioncino in movimento con i capelli svolazzanti in aria, diretta verso i campi di agave che suo padre aveva posseduto in questa piccola città fuori Oaxaca City.

Una donna guarda fuori mentre guida nel cassone di un camion

Maria Santiago passa tra i campi di agave nella sua città natale, Santiago Matatlan, nello stato messicano di Oaxaca.

(Eva Lepiz / Per i tempi)

Serpeggiava per la piantagione con sua madre e suo cognato, evitando le piante spinose, per raccogliere piccoli fiori gialli per il loro altare.

Santiago, un’assistente infermieristica di 25 anni a Los Angeles, era volata nella sua città natale per celebrare il suo primo Giorno dei Morti senza suo padre, un operaio edile morto lo scorso gennaio a causa del COVID-19. A Santiago Matatlán, dove i residenti terranno le porte e le finestre aperte per invitare gli spiriti dei loro antenati, la nonna di Santiago le aveva insegnato che era particolarmente importante onorare i defunti di recente.

“Se mio padre viene, voglio dargli un grande benvenuto”, ha detto Santiago. “È il nostro primo anno senza di lui. Vogliamo che papà si goda la giornata come quando era vivo».

Da tempo i turisti si riversano in Messico per il Giorno dei Morti, una festa in cui le famiglie costruiscono elaborate offerte, o altari, carichi di frutta, pane e cioccolata calda, e visitare le tombe dei propri cari nei cimiteri.

Ma in alcune parti del paese con comunità indigene, il Giorno dei Morti, che deriva da tradizioni preispaniche, è considerato così sacro da riportare a casa coloro che hanno lasciato il Messico.

Gli immigrati provenienti da stati come Oaxaca, Michoacán, Guerrero e Puebla possono tornare se ne hanno i mezzi, un viaggio particolarmente toccante quest’anno per coloro che non hanno potuto viaggiare nel 2020 a causa delle restrizioni della pandemia.

Una donna porta un enorme mazzo di fiori

Maria Hernandez cammina attraverso un campo di agave che apparteneva a suo marito, Pedro Santiago, dopo aver tagliato fiori di campo per il suo altare del Giorno dei Morti.

(Eva Lepiz / Per i tempi)

Non è chiaro esattamente quanti siano tornati indietro, ma gli esperti dicono che alcuni piccoli villaggi si gonfiano di dimensioni. Gli immigrati che non possono viaggiare spesso inviano denaro a coloro che pianificano i festeggiamenti, ha affermato Xóchitl Flores-Marcial, uno storico zapoteco di Cal State Northridge, che ha paragonato la stagione al viaggio del Ringraziamento.

Le persone possono anche tornare per conformarsi alle loro carico, un termine usato dalle popolazioni indigene che si riferisce al sostegno economico, politico o culturale che si deve offrire alla propria comunità per mantenere l’appartenenza. Bonnie Bade, un’antropologa del Cal State San Marcos, ha affermato che i messicani negli Stati Uniti potrebbero essere nominati in un comitato per preparare la celebrazione.

“Se la casa non è aperta, se non ci sono altari, i nostri antenati si sentono tristi: tornano e a nessuno importa di loro”, ha detto Santiago Ventura, un residente della California settentrionale che ha affermato che decine di immigrati stavano tornando a San Miguel Cuevas, il suo città natale nello stato di Oaxaca. “Vogliamo essere lì a causa del nostro amore per i nostri antenati e le persone lavorano tutto l’anno per risparmiare denaro per tornare per questo giorno”.

Una donna vestita di nero parla accanto a un altare con delle foto

Maria Santiago si emoziona parlando del suo defunto padre.

(Eva Lepiz / Per i tempi)

In una panetteria a Mitla, una cittadina a circa 45 minuti dalla città di Oaxaca nota per le sue antiche rovine, Areida Mateo e suo marito, Romayro Sosa, hanno lavorato durante la notte nei giorni prima delle vacanze, rompendo migliaia di uova per fare pane dei morti, o pane dei morti.

Con un assistente, hanno cotto circa 12.000 pani, molti dipinti con una pasta di zucchero bianca e decorati con statuine scheletriche commestibili. Mateo, un fornaio di quinta generazione, ha detto di avere cugini negli Stati Uniti in viaggio verso Mitla.

Un ritratto di un uomo in bara

Maria Santiago mostra una foto di suo padre, Pedro Santiago, nella sua bara.

(Eva Lepiz / Per i tempi)

“Non è celebrato in altri posti come qui”, ha detto. “Preferiscono essere nella loro città per vivere la festa.”

Dopo che i funzionari hanno annullato i festeggiamenti lo scorso anno, il Messico sta celebrando una vacanza più chiassosa.

A Xochimilco, un distretto nel sud di Città del Messico dove vengono coltivate le calendule tipiche della festa, i camion hanno consegnato carichi di fiori d’arancio ai mercati. A Città del Messico, i funzionari hanno affermato che più di 1 milione di persone hanno sfilato lungo l’elegante Paseo de la Reforma e altri viali per allietare un’animata processione di scheletri danzanti, teschi dondolanti e altre creazioni fantasiose in omaggio sia ai defunti che a Hollywood. La parata annuale, cancellata l’anno scorso, è stata ispirata da una scena del thriller di James Bond del 2015 “Spectre”.

La vacanza è ancora oscurata dalla perdita della pandemia, che ha provocato più di 288.000 vittime in Messico. Durante un servizio il 2 novembre, una cattedrale di Xochimilco brucerà diverse dozzine di lettere che la gente del posto ha lasciato durante l’anno con messaggi a coloro che sono morti.

Cioccolata calda e pane tradizionale

Cioccolata calda e pane tradizionale per il Giorno dei Morti.

(Eva Lepiz / Per i tempi)

“Li inceneriremo come un… offerta“, ha detto Horacio Jimenez, che aiuta a mantenere la chiesa.

La pandemia – in modi diversi – ha spinto alcuni a tornare quest’anno.

Per 38 anni, Gaudencio Vélez, che vive a Riverside, non si è mai recato nella sua città natale nello stato di Guerrero per il Giorno dei Morti, decidendo invece di creare un piccolo altare.

Ma dopo quasi due settimane di respiratore nell’estate del 2020, Vélez ha prenotato un biglietto per tornare a Jaleaca de Catalán. Aveva in programma di aiutare a preparare un altare per onorare il fratello, i nonni e le zie defunti. Nella sua città molti mettono sull’altare una bottiglia di Coca-Cola, bevanda comune ai pasti.

Una donna si inginocchia davanti a un altare

Maria Santiago prepara il mezcal da mettere su una tomba in un cimitero di Santiago Matatlan.

(Eva Lepiz / Per i tempi)

“Nel periodo in cui ero malato, ero vicino ai miei cari che sono già morti”, ha detto Vélez, presidente della Federazione Binazionale Guerrero con sede a Santa Ana. “Essere vivi ora… penso che sia un motivo per celebrare la vita”.

Gli immigrati tornano anche a Santiago Matatlán, una città zapoteca vicino a Mitla, a Oaxaca, dove abbondano i taxi-moto e l’aria porta una sfumatura fumosa proveniente dalle numerose distillerie di mezcal.

I preparativi per il Giorno dei Morti iniziano con settimane di anticipo, con i residenti che portano cacao e peperoncini in un negozio locale dove vengono macinati a mano in cioccolato e pasta di talpa.

Juanita Ruiz Gutierrez, suo figlio di 22 anni, suo marito e un amico sono tornati tutti in aereo da Los Angeles sabato, si sono recati in una distilleria a conduzione familiare in un camion che si è fatto strada su per una strada di montagna con vista panoramica sui campi di agave .

Con altri parenti, la famiglia ha preparato un mezcal speciale, dove un petto di tacchino appeso nell’alambicco cuoce a vapore per insaporire. Ruiz Gutierrez ha firmato una piccola croce prima di aggiungere un carretto di ananas, mele, prugne, cannella e banane da bollire con il mezcal e ha detto una benedizione in Zapoteco.

Due donne preparano la frutta

Juanita Ruiz Gutierrez e una parente, Elizabeth Gomez, tagliano la frutta da aggiungere a un mezcal speciale per il giorno dei morti.

(Leila Miller / Los Angeles Times)

La famiglia si è poi recata nella casa in cui è cresciuta, ora occupata dalla famiglia di suo fratello. L’odore di calendule fresche mescolato al pane dei morti mentre la cognata di Gutierrez, una fornaia, si precipitava a riempire gli ordini.

Ruiz Gutierrez tagliò i gambi di calendula e li consegnò a un nipote ea suo figlio, che li infilò su un arco fatto di steli di canna da zucchero. Sotto, la famiglia ha messo pane, banane, noci e altra frutta sull’altare, che mostrava una foto dei genitori di Ruiz Gutierrez, morti a quattro mesi di distanza 13 anni fa.

Una figura di scheletro, realizzata da suo nipote per rappresentare sua nonna, si ergeva sul lato.

“In questa città tutto è fatto in modo molto diverso, le tradizioni sono molto profonde”, ha detto Ruiz Gutierrez. “È una sensazione che raggiunge la tua anima.”

Una donna anziana tiene in braccio un bambino piccolo

Epifania Hernandez, 89 anni, tiene in braccio Rafael Martínez, suo pronipote di un mese, a Santiago Matatlan.

(Eva Lepiz / Per i tempi)

L’atmosfera era un po’ più cupa a casa della madre di Santiago, a un isolato di distanza, dove un altare di ossa nude in attesa di decorazioni portava una foto di suo padre, Pedro Santiago, e della sua defunta sorella.

Gli occhi di Santiago si sono riempiti di lacrime mentre diceva che pensava che suo padre fosse stato infettato mentre volava di ritorno dalla sua città natale. Era sembrato confuso durante i suoi ultimi giorni, dicendole: “Andiamo a casa, andiamo in Messico”.

Sua madre, Epifania Hernandez, di 89 anni, le ha messo una mano sul viso mentre iniziava a parlare di suo figlio, che ha lasciato sei figlie.
“Ogni giorno mi manca mio figlio e ogni giorno lo ricordo”, ha detto a Zapoteco, quando le è stato chiesto come lo avrebbe onorato durante le vacanze.

Pedro Santiago è sepolto nella contea di Los Angeles, ma dopo aver raccolto fiori dai campi di agave, Santiago e sua madre, Maria Hernandez, si sono recate al cimitero della città per pulire le tombe di altri sette parenti.

Due donne lavorano in un cimitero

Maria Santiago e Maria Hernandez puliscono le tombe e lasciano offerte per i parenti.

(Eva Lepiz / Per i tempi)

Versarono secchi d’acqua su ogni tomba e strofinarono l’area con una scopa prima di lasciare vasi con fiori freschi, oltre a tazze di birra e mezcal.

Le prossime ore continueranno con il rituale. La sorella di Santiago macellava un tacchino comprato un anno prima per mangiarlo con la talpa. Sua madre si svegliava il lunedì alle 4 o alle 5 del mattino per aprire la porta ai visitatori che arrivavano con le offerte.

Ma il momento che aveva riportato a casa Santiago avverrà a mezzogiorno, quando il suono della campana di una chiesa segnerà l’arrivo delle anime dei defunti.

Tra loro, crede, sarà suo padre.

Lo scrittore del Times Patrick J. McDonnell e la corrispondente speciale Cecilia Sánchez a Città del Messico hanno contribuito a questo rapporto.


Happy

Happy

0 %


Sad

Sad

0 %


Excited

Excited

0 %


Sleepy

Sleepy

0 %


Angry

Angry

0 %


Surprise

Surprise

0 %

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest News

Nella tradizione del Ringraziamento, Biden concede la grazia presidenziale a un tacchino; entrambi gli uccelli ottengono una tregua

Tuttavia, la tradizione di perdonare un tacchino non è diventata un evento annuale fino a anni dopo, quando il...

Il Nicaragua dice che lascerà l’Organizzazione degli Stati americani

MANAGUA, Nicaragua - Il governo del Nicaragua ha annunciato venerdì che si ritirerà dall'Organizzazione degli Stati americani, un organismo regionale che ha accusato il...

Il dibattito sulle armi nucleari in Germania tocca un nervo scoperto della NATO

Che cosa con il dittatore bielorusso Alexander Lukashenko che arma i migranti contro la Polonia, la Russia che ammassa truppe al confine con l'Ucraina...

Pneumatici dei palestinesi tagliati nel teso quartiere di Gerusalemme

La polizia israeliana ha sparato e ucciso Khazimia a settembre, quando avrebbe tentato di accoltellare un ufficiale nella Città Vecchia di Gerusalemme. Abu...

La FDA autorizza Pfizer-BioNTech, i booster Moderna per tutti gli adulti

Ma David Dowdy, un epidemiologo della Johns Hopkins, ha espresso scetticismo sul fatto che i booster possano influenzare il corso della pandemia. "Se...
- Advertisement -

More Articles Like This

- Advertisement -