Saturday, December 4, 2021
No menu items!
  • Notizia
0 0

Il gaffer “Rust” intenta una causa per le riprese sul set di Alec Baldwin

Must Read

Nella tradizione del Ringraziamento, Biden concede la grazia presidenziale a un tacchino; entrambi gli uccelli ottengono una tregua

Tuttavia, la tradizione di perdonare un tacchino non è diventata un evento annuale fino a anni dopo, quando il...

Il Nicaragua dice che lascerà l’Organizzazione degli Stati americani

MANAGUA, Nicaragua - Il governo del Nicaragua ha annunciato venerdì che si ritirerà dall'Organizzazione degli Stati americani, un organismo...

Il dibattito sulle armi nucleari in Germania tocca un nervo scoperto della NATO

Che cosa con il dittatore bielorusso Alexander Lukashenko che arma i migranti contro la Polonia, la Russia che ammassa...
Read Time:8 Minute, 30 Second

Il capo tecnico delle luci di “Rust”, che ha tenuto la direttrice della fotografia Halyna Hutchins tra le braccia mentre giaceva morente sul set del film, ha intentato una causa civile a Los Angeles secondo cui i produttori del film, tra cui Alec Baldwin, sono stati negligenti nella morte di Hutchins.

Serge Svetnoy, che era il capo elettricista o capo elettricista, è il primo membro della troupe cinematografica di “Rust” ad intraprendere un’azione legale contro la società di produzione del film, la Rust Movie Productions LLC, per la tragedia del 21 ottobre nel New Mexico.

Svetnoy e Hutchins erano amici da più di cinque anni; avevano lavorato insieme a nove produzioni cinematografiche. Entrambi erano immigrati dall’Ucraina e trascorrevano le vacanze insieme alle loro famiglie. Svetnoy, 63 anni, aveva dato a Hutchins il soprannome ucraino “Galla”.

“Non riesco ancora a credere che non sia più con noi”, ha detto Svetnoy mercoledì pomeriggio durante una conferenza stampa nell’ufficio del suo avvocato a Beverly Hills. “Che tragedia e ingiustizia quando una persona perde la vita sul set di un film mentre fa arte”.

La denuncia per negligenza generale di Svetnoy, presentata mercoledì alla Corte Suprema di Los Angeles, nomina i produttori, l’armiere Hannah Gutierrez Reed, il primo assistente alla regia Dave Halls, il padrone di casa Sarah Zachry e il fornitore di armi Seth Kenney come imputati. La causa è stata intentata a Los Angeles perché Svetnoy e almeno uno dei produttori vivono a LA

Il proiettile sparato da Baldwin da un revolver Colt .45 “lo ha mancato di poco”, secondo l’abito di Svetnoy.

Era “a non più di sei o sette piedi” da Baldwin quando la pistola è esplosa “improvvisamente e completamente inaspettatamente”, ha detto la tuta, aggiungendo che Svetnoy “ha sentito uno strano e terrificante fruscio di quella che sembrava aria pressurizzata”. È stato colpito da “materiali di scarico dall’esplosione”, ha detto la tuta.

I detective dello sceriffo della contea di Santa Fe stanno ancora indagando sui dettagli chiave della sparatoria, incluso chi ha portato munizioni vere sul set del film – una violazione dei protocolli di sicurezza della produzione cinematografica – e chi ha caricato almeno un proiettile di piombo nel revolver usato da Baldwin.

I deputati hanno sequestrato più di 500 proiettili dal set di “Rust”, un film d’epoca a basso budget ambientato nel Kansas del 1880. Ulteriori colpi sono stati trovati all’interno del revolver che Baldwin ha sparato, ha detto lo sceriffo Adan Mendoza il mese scorso. I colpi sono stati inviati al laboratorio criminale dell’FBI a Quantico, in Virginia, per essere analizzati.

Durante la sua conferenza stampa, Svetnoy ha detto che due o tre giorni prima della sparatoria, ha visto pistole lasciate “incustodite nella sabbia” tra le riprese del film. Il tecnico ha anche ricordato di aver visto Gutierrez Reed con le pistole sotto la cintura, ha detto.

L’avvocato di Gutierrez Reed ad Albuquerque, Jason Bowles, ha rilasciato una dichiarazione mercoledì, ribadendo il suo suggerimento di gioco scorretto.

“Siamo convinti che si sia trattato di un sabotaggio e che Hannah sia stata incastrata. Riteniamo che anche la scena sia stata manomessa prima dell’arrivo della polizia”, ​​ha affermato Bowles nella sua dichiarazione. “Questa mattina ci siamo offerti di condividere ulteriori informazioni critiche con l’ufficio dello sceriffo e stiamo aspettando la loro risposta”.

Gary Dordick, l’avvocato di Svetnoy, ha espresso scetticismo sulle accuse di Bowles.

“Sembra molto inverosimile”, ha detto Dordick durante la conferenza stampa del suo cliente. “Qualcuno ha sabotato [her] commettere un omicidio? Per me, sembra incredibile. … Dov’era quando avevano la pistola? Dov’era quando hanno messo il proiettile nella pistola? … Ha fallito miseramente il suo lavoro. “

La causa di Svetnoy sosteneva che Baldwin condividesse la responsabilità delle riprese sul set del film Bonanza Creek Ranch, 13 miglia a sud di Santa Fe. Hutchins è morto e il regista Joel Souza è stato ferito mentre Baldwin provava una scena imminente: una sparatoria nella chiesa di legno stagionata ai margini della vecchia città occidentale.

Le riprese sono avvenute 12 giorni in un programma di produzione di 21 giorni.

Quel pomeriggio, Baldwin avrebbe dovuto allungare la mano sul petto ed estrarre un revolver dalla fondina della spalla prima di puntarlo verso la telecamera, ha detto l’abito di Svetnoy.

“La scena non richiedeva all’imputato Baldwin di sparare alla Colt Revolver, che non avrebbe dovuto contenere munizioni vere”, ha detto la causa, aggiungendo che Baldwin avrebbe dovuto sapere di “ricontrollare” la pistola dopo l’assistente alla regia Halls. In un affidavit del 22 ottobre per un mandato di perquisizione, il Det. Joel Cano ha scritto che Halls ha consegnato la pistola a Baldwin e ha urlato “pistola fredda”, indicando che l’elica non aveva proiettili veri.

“Sai, questa era solo una prova. Non può sparare durante le prove. Non me lo aspettavo”, ha detto Svetnoy durante la conferenza stampa. “Nessuno si aspettava che ci sarebbe stato uno sparo vero e proprio.”

Dopo lo scarico, Svetnoy ha detto di essere stato colpito da “quello che credeva fosse polvere da sparo e altri materiali residui della pistola” sul viso e sugli occhiali. Il suono in entrambe le sue orecchie era “smorzato”.

Fu allora che si rese conto che Hutchins, 42 anni, era stato colpito, insieme a Souza.

Matthew Hutchins, marito del defunto direttore della fotografia di “Rust”, ha arruolato lo studio legale di Panish Shea Boyle Ravipudi, ma un portavoce dell’azienda ha rifiutato di commentare eventuali piani per intentare causa. Il supervisore alla sceneggiatura di Santa Fe, Mamie Mitchell, che ha chiamato inizialmente il 911 poco dopo la sparatoria, ha assunto l’avvocato Gloria Allred.

Il 26 ottobre, Allred ha rilasciato una dichiarazione in cui affermava che il suo team avrebbe “condotto le nostre indagini su ciò che è accaduto perché ci sono molte domande senza risposta”.

Mentre Hutchins giaceva sanguinante sul pavimento della chiesa, il tecnico “le ha cullato la testa e le ha parlato, cercando di mantenerla calma, vigile e cosciente”, secondo l’abito di Svetnoy. Ma alla fine è diventata insensibile, ha ricordato, “il suo viso è diventato grigio e le sue labbra hanno iniziato a diventare nere”.

Il maestro di scena Zachry, l’armiere Gutierrez Reed e il primo assistente alla regia Halls “non sono riusciti a ispezionare a fondo” la pistola prima di consegnarla a Baldwin, ha detto la tuta. La causa ha anche affermato che le munizioni utilizzate sul set “non sono mai state conservate in modo sicuro e semplicemente lasciate incustodite nel camion di scena”.

Gli avvocati di Gutierrez Reed, Jason Bowles e Robert Gorence, avevano precedentemente rilasciato una dichiarazione secondo cui la sicurezza era la priorità numero 1 del loro cliente sul set e che non aveva idea da dove venissero i round dal vivo. “Hannah è stata assunta per due posizioni in questo film, il che ha reso estremamente difficile concentrarsi sul suo lavoro di armaiolo”, hanno aggiunto. “Ha combattuto per l’addestramento, giorni per mantenere le armi e il tempo giusto per prepararsi agli spari, ma alla fine è stata annullata dalla produzione e dal suo dipartimento”.

La causa di Svetnoy ha affermato che la produzione “non è riuscita ad assumere un armaiolo competente ed esperto” a Gutierrez-Reed, 24 anni, sostenendo di non aver addestrato Baldwin su come usare o maneggiare correttamente il revolver. Svetnoy ha affermato che Gutierrez Reed non avrebbe dovuto accettare il lavoro “quando le esigenze di questa produzione avrebbero richiesto più assistenti armaioli”.

Svetnoy ha anche incolpato diversi produttori per aver rifiutato “richieste di giornate di addestramento alle armi” e per non aver corretto “evidenti violazioni del protocollo di sicurezza delle armi da fuoco”, inclusi due precedenti incidenti sul set che coinvolgono colpi di arma da fuoco. Il Times ha precedentemente riferito che ci sono state due scariche accidentali il 16 ottobre, pochi giorni prima della sparatoria fatale.

“Questo incidente è stato causato dagli atti negligenti e dalle omissioni degli imputati”, secondo la causa. “In parole povere, non c’era motivo per cui un proiettile vivo fosse inserito in quel revolver Colt .45 o che fosse presente ovunque sul set ‘Rust’.”

La causa diceva anche: “I produttori di ‘Rust’ avevano il dovere di assumere persone addestrate ed esperte nel supervisionare attentamente l’uso di armi da fuoco e munizioni nelle riprese del film”, osservando che la responsabilità includeva avere “un numero sufficiente di armaioli addestrati ed esperti per soddisfare le esigenze della produzione”.

La causa nomina gli imputati Baldwin, Gutierrez Reed, Halls, Zachry e Kenneyas. Nomina anche Thomasville Pictures LLC e il suo principale, Allen Cheney. Altri produttori nominati come imputati nella causa di Svetnoy includono Ryan Donnell Smith, Nathan Klingher, Ryan Winterstern, Anjul Nigam, Matthew DelPiano, Emily Salveson, Chris MB Sharp, Jennifer Lamb e la società di produzione dell’unità, 3rd Shift Media, e i suoi dipendenti Gabrielle Pickle e Katherine “Row” Walters. Pickle era il produttore di linea del film; Walters era il responsabile della produzione dell’unità.

Un rappresentante di 3rd Shift Media ha rifiutato di commentare la causa o le accuse di Bowles.

A seguito della tragedia, Svetnoy ha affermato di aver sofferto di “grave disagio emotivo” e teme di perdere entrate a causa dell’impossibilità di lavorare in futuro.

Tre giorni dopo la tragedia, Svetnoy ha scritto in un post su Facebook che l’armiere e i produttori del film sono stati negligenti nella morte di Hutchins.

In un lungo messaggio sulla sua pagina Facebook personale, Svetnoy ha chiarito che sentiva che l’armiere “Rust” aveva gran parte della responsabilità per la morte del suo amico, anche se non ha menzionato Gutierrez Reed per nome.

Mercoledì, Svetnoy ha detto che non intendeva individuare nessuno e che più persone avevano mancato ai loro doveri.

“Ci sono molte persone coinvolte nel processo di realizzazione del film. Ogni persona dovrebbe fare il proprio lavoro e assumersene la piena responsabilità”, ha detto Svetnoy durante la conferenza stampa. “Penso che sia importante dare alle persone più giovani e meno qualificate l’opportunità di lavorare sui set cinematografici, ma devono sempre esserci persone più esperte dietro di loro per insegnare, evitare errori e prevenire tragedie”.


Happy

Happy

0 %


Sad

Sad

0 %


Excited

Excited

0 %


Sleepy

Sleepy

0 %


Angry

Angry

0 %


Surprise

Surprise

0 %

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest News

Nella tradizione del Ringraziamento, Biden concede la grazia presidenziale a un tacchino; entrambi gli uccelli ottengono una tregua

Tuttavia, la tradizione di perdonare un tacchino non è diventata un evento annuale fino a anni dopo, quando il...

Il Nicaragua dice che lascerà l’Organizzazione degli Stati americani

MANAGUA, Nicaragua - Il governo del Nicaragua ha annunciato venerdì che si ritirerà dall'Organizzazione degli Stati americani, un organismo regionale che ha accusato il...

Il dibattito sulle armi nucleari in Germania tocca un nervo scoperto della NATO

Che cosa con il dittatore bielorusso Alexander Lukashenko che arma i migranti contro la Polonia, la Russia che ammassa truppe al confine con l'Ucraina...

Pneumatici dei palestinesi tagliati nel teso quartiere di Gerusalemme

La polizia israeliana ha sparato e ucciso Khazimia a settembre, quando avrebbe tentato di accoltellare un ufficiale nella Città Vecchia di Gerusalemme. Abu...

La FDA autorizza Pfizer-BioNTech, i booster Moderna per tutti gli adulti

Ma David Dowdy, un epidemiologo della Johns Hopkins, ha espresso scetticismo sul fatto che i booster possano influenzare il corso della pandemia. "Se...
- Advertisement -

More Articles Like This

- Advertisement -