Monday, November 29, 2021
No menu items!
  • Notizia
0 0

I primi casi di COVID indicano il mercato degli animali vivi come fonte più probabile

Must Read

Nella tradizione del Ringraziamento, Biden concede la grazia presidenziale a un tacchino; entrambi gli uccelli ottengono una tregua

Tuttavia, la tradizione di perdonare un tacchino non è diventata un evento annuale fino a anni dopo, quando il...

Il Nicaragua dice che lascerà l’Organizzazione degli Stati americani

MANAGUA, Nicaragua - Il governo del Nicaragua ha annunciato venerdì che si ritirerà dall'Organizzazione degli Stati americani, un organismo...

Il dibattito sulle armi nucleari in Germania tocca un nervo scoperto della NATO

Che cosa con il dittatore bielorusso Alexander Lukashenko che arma i migranti contro la Polonia, la Russia che ammassa...
Read Time:7 Minute, 43 Second

I teorici della cospirazione hanno bisogno di poco più del sospetto, di alcuni fatti selezionati e di un’immaginazione vibrante per raccontare storie sulle origini della pandemia di COVID-19. Ma per gli scienziati che lavorano per stabilire i fatti, il percorso verso la verità è molto più faticoso.

La loro ricerca li condurrà attraverso una serie di cartelle cliniche i cui dettagli quotidiani saranno importanti indicazioni per il tempo e le circostanze della nascita del coronavirus come agente patogeno umano. Anche il ricordo da parte dei pazienti di dove si trovano e dei contatti sarà importante.

Ma anche se il governo cinese fosse disposto ad aprire tutti i suoi file dei pazienti agli investigatori internazionali – attualmente non lo è – i resoconti dei sintomi e i ricordi dei pazienti possono essere fallibili e confusi. I ricercatori devono verificare ogni fatto mentre scoprono la storia, pezzo per pezzo.

Biologo evoluzionista dell’Università dell’Arizona Michael Worobey offre un anticipo su tali indagini nell’edizione di questa settimana della rivista Science. Tratto da articoli di riviste mediche, dal lavoro degli investigatori dell’Organizzazione mondiale della sanità, dai resoconti dei media e dagli account online, Worobey’s ricostruzione lascia molte domande senza risposta. Ma fornisce una tabella di marcia per ulteriori indagini.

Worobey ha svolto un ruolo influente. Era uno dei 18 scienziati le cui obiezioni a un rapporto dell’OMS sulle origini del coronavirus hanno riacceso le indagini sulla possibilità che potesse essere trapelato dall’Istituto di virologia di Wuhan.

I loro lettera è stato pubblicato su Science dopo che l’OMS ha dichiarato “probabilmente molto probabile” che il virus sia passato agli esseri umani dagli animali e “estremamente improbabile” che sia sfuggito al laboratorio del governo. Notando che alle due teorie “non è stata data una considerazione equilibrata”, il gruppo ha chiesto “un’indagine adeguata” per risolvere il problema.

Worobey ha detto all’epoca che “entrambe” le spiegazioni “rimangono sul tavolo per me”. Ma il suo nuovo lavoro si appoggia pesantemente alla spiegazione dello “spillover animale”.

Lo sforzo di Worobey sta incontrando recensioni contrastanti.

“Non credo che questo avanzi in modo sostanziale la nostra comprensione collettiva di ciò che è realmente accaduto”, ha detto Dott. David Relman, il microbiologo di Stanford che ha organizzato la lettera di Science. Poiché la nuova narrativa di Worobey è costituita principalmente da “informazioni di terza e quarta mano”, è frammentaria, incoerente e potenzialmente inaffidabile, ha affermato Relman.

Ma il microbiologo della Scripps Institution Kristian Andersen, che ha a lungo sostenuto che uno spillover animale fosse più probabile di una perdita di laboratorio, ha elogiato la ricerca di Worobey per “aver scoperto diverse nuove intuizioni chiave”.

Le prove collettive “indicano chiaramente il mercato di Huanan come una fonte molto probabile dell’origine della pandemia di COVID-19”, ha affermato Andersen.

Il resoconto di Worobey mette in discussione la data e il luogo del primo caso segnalato del misterioso tipo di polmonite che è stato successivamente riconosciuto come COVID-19. La sua ricerca suggerisce che non era, come è stato ampiamente riportato, un contabile di 41 anni senza alcun legame con il mercato di Huanan, ma un venditore di frutti di mare che lavorava lì. (Un giornalista investigativo cinese avrebbe scoperto che la febbre del contabile dell’8 dicembre era dovuta a un’infezione dopo un intervento chirurgico dentale per rimuovere i denti da latte ritenuti. Il contabile avrebbe continuato a sviluppare un’altra febbre otto giorni dopo che era un segno di COVID-19.)

Ben 11 giorni prima che le autorità cinesi concentrassero la loro attenzione sul mercato Huanan come collegamento comune nelle misteriose infezioni, i medici di due ospedali di Wuhan avevano già identificato 14 casi di polmonite inspiegabile. Otto di quei pazienti avevano trascorso del tempo al mercato, dove venivano venduti cani procioni vivi, una specie nota per trasportare coronavirus simili alla SARS.

Il significato di dettagli così minuti non sarebbe evidente ai seguaci casuali del dibattito sull’origine. Ma contano enormemente.

Coloro che sostengono che la Cina ha coperto una perdita accidentale di laboratorio o il rilascio intenzionale di un agente patogeno ingegnerizzato hanno colto questa scoperta nel rapporto dell’OMS: solo il 33% dei 168 pazienti che hanno sviluppato la polmonite inspiegabile all’inizio dell’epidemia aveva un legame diretto con il Mercato Huanan. Aggiungono che anche quel numero è probabilmente gonfiato dai medici che sono andati alla ricerca di collegamenti al mercato dopo che le autorità cinesi hanno designato il sito come probabile fonte.

Hanno anche fatto molto del rapporto, ora controverso, che il primo paziente conosciuto (il commercialista di 41 anni) viveva a quasi 20 miglia a sud del mercato di Huanan e non era mai stato lì, eppure si è presentato malato in un ospedale vicino all’Istituto di virologia di Wuhan.

Dott. Marc Suchard, Un ricercatore dell’UCLA che utilizza sequenze genetiche per studiare la diffusione della malattia, ha affermato che la ricostruzione di Worobey chiarisce che “la maggior parte dei casi precoci si verifica vicino al mercato, identificandolo come un epicentro precoce”. Suchard ha detto che si aspetta di lavorare con Worobey nella prossima fase di questa ricerca.

La Cina insiste che il virus SARS-CoV-2 sia nato da un evento di spillover. Le autorità locali hanno affermato di aver risposto prontamente alle segnalazioni di una malattia inspiegabile a Wuhan, rintracciandola rapidamente nel mercato di Huanan e attivando un sistema di allarme nazionale.

Ignorano la possibilità che il virus sia fuggito dal laboratorio di virologia di Wuhan. Ma non sono stati disposti a condividere i loro dati con gli investigatori dell’OMS. E poiché il governo ha coperto i passi falsi nei disastri passati, lo scetticismo sulle sue affermazioni è stato diffuso.

Worobey non ha riconosciuto il dibattito politico sulle origini del virus. Ma ha chiarito che la sua ricostruzione degli eventi punta fortemente verso una spiegazione spillover.

Ad esempio, secondo la sua contabilità, 10 dei 19 primi casi identificati – il 53% – avevano un legame con il mercato. Quel numero non potrebbe essere stato gonfiato dai medici seguendo l’esempio del governo, ha detto, perché sono stati tutti identificati prima che le autorità facessero qualsiasi annuncio.

“C’era una vera preponderanza dei primi casi di COVID-19 associati al mercato di Huanan”, ha scritto Worobey.

Ha anche scritto che, dato ciò che è ora noto sul virus SARS-CoV-2, non dovrebbe sorprendere il fatto che molti dei primi pazienti non avessero alcun legame con il mercato di Huanan. Il virus si diffonde facilmente da persone con pochi o nessun sintomo. Ci vogliono quasi due settimane perché un’infezione diventi una malattia grave e non più del 7% delle persone infette finisce ricoverato in ospedale.

Ciò significa che quando le persone hanno iniziato ad atterrare negli ospedali di Wuhan, il virus probabilmente circolava localmente da settimane e almeno il 93% delle persone infette era in giro, in grado di diffonderlo in una città di 11 milioni.

Tra i pazienti senza alcun legame diretto con il mercato, la maggior parte viveva nelle vicinanze. Ciò “è notevole e fornisce prove convincenti che la trasmissione della comunità è iniziata al mercato”, ha scritto Worobey.

Questi fatti suggeriscono anche che il “paziente zero” della pandemia probabilmente non verrà mai trovato.

A volte alla fine di novembre o all’inizio di dicembre, quella persona potrebbe aver pranzato accanto a cani procioni infetti nelle loro gabbie al mercato di Huanan. Lui o lei potrebbe essere stato uno del quasi 50% delle persone che non si sentono molto male ma sono ancora abbastanza efficaci nel trasmettere SARS-CoV-2.

L’animale che ha incubato il virus ha ancora meno probabilità di essere trovato. ricercatori cinesi detto Gli investigatori dell’OMS hanno prelevato campioni da 188 animali di 18 specie sul mercato e tutti sono risultati negativi. E poiché il mercato è stato chiuso e disinfettato il 1° gennaio 2020, non c’è modo di guardare oltre.

Quindi i ricercatori dovranno continuare a raccogliere dati epidemiologici e ordinare i dettagli rivelatori per creare il quadro più completo possibile della nascita del virus.

Anche i dati di sequenziamento genetico possono aiutare, ha detto Worobey. Man mano che il virus si sposta da persona a persona, la sua firma genetica cambia quanto basta per rivelare l’ordine in cui si sono verificate le infezioni. Quando epidemiologi e genetisti mettono insieme i loro dati, sono in grado di creare un albero genealogico delle infezioni.

Mentre incrociano le firme genetiche con i resoconti dei pazienti dei loro contatti e del luogo in cui si trovano, potrebbero essere in grado di marcare l’ora di alcune infezioni e discernere i modelli spaziali delle prime trasmissioni del virus. Questo dovrebbe avvicinarli alla radice dell’albero genealogico, forse non il paziente zero, ma vicino.

“Le prove conclusive di un’origine del mercato Huanan dalla fauna selvatica infetta potrebbero comunque essere ottenute”, ha scritto Worobey. “La prevenzione di future pandemie dipende da questo sforzo”.


Happy

Happy

0 %


Sad

Sad

0 %


Excited

Excited

0 %


Sleepy

Sleepy

0 %


Angry

Angry

0 %


Surprise

Surprise

0 %

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Latest News

Nella tradizione del Ringraziamento, Biden concede la grazia presidenziale a un tacchino; entrambi gli uccelli ottengono una tregua

Tuttavia, la tradizione di perdonare un tacchino non è diventata un evento annuale fino a anni dopo, quando il...

Il Nicaragua dice che lascerà l’Organizzazione degli Stati americani

MANAGUA, Nicaragua - Il governo del Nicaragua ha annunciato venerdì che si ritirerà dall'Organizzazione degli Stati americani, un organismo regionale che ha accusato il...

Il dibattito sulle armi nucleari in Germania tocca un nervo scoperto della NATO

Che cosa con il dittatore bielorusso Alexander Lukashenko che arma i migranti contro la Polonia, la Russia che ammassa truppe al confine con l'Ucraina...

Pneumatici dei palestinesi tagliati nel teso quartiere di Gerusalemme

La polizia israeliana ha sparato e ucciso Khazimia a settembre, quando avrebbe tentato di accoltellare un ufficiale nella Città Vecchia di Gerusalemme. Abu...

La FDA autorizza Pfizer-BioNTech, i booster Moderna per tutti gli adulti

Ma David Dowdy, un epidemiologo della Johns Hopkins, ha espresso scetticismo sul fatto che i booster possano influenzare il corso della pandemia. "Se...
- Advertisement -

More Articles Like This

- Advertisement -